Come usare Google Keep

Come usare Google Keep

Google Keep mi ha salvato la vita (di freelance).

Ho smesso di riempiere la scrivania e il monitor di post-it, promemoria, cosa-da-non-dimenticare e cose-da-fare. Ora uso Google Keep, uno strumento sia desktop che mobile, per segnare e memorizzare rapidamente una nota, una lista, un promemoria, per svuotare la testa da idee, pensieri ed averli così tutti sincronizzati via cloud.

È tutto qui, nulla di più, semplice e basic. Me ne sono innamorata subito.

La vera utilità è che tutte le note sono connesse in clouding, associate al mio account di Google. Tutto rimane a disposizione, in qualsiasi momento, da qualsiasi computer o dispositivo sul quale effettuato l’accesso.

È molto facile da usare, personalizzabile e soprattutto molto colorato, come piace a me. Ecco un esempio dei miei post-it virtuali su Google Keep.

 

Google Keep Madesign

 

Perché lo amo? Perché il lavoro del(la) web designer freelance è

  • tanti dispositivi
  • tanti impegni
  • tante scadenze
  • tanti pensieri e idee
  • e vita frenetica

 

Mi può capitare un’idea fulminea mentre sono in cucina e baaaammm, prendo il telefono e in un click scrivo la nota sull’app di Google Keep. Evito così di scarabocchiare pezzettini volanti di carta, post-it, di impostare un promemoria sull’iPhone che scade e che regolarmente non rinnovo o di inviarmi un’email che va in coda alle altre ancora da leggere.

La necessità di stare sempre connessi va perfettamente a braccetto con quella di avere strumenti in grado di organizzare e gestire la propria vita lavorativa in modo facile e veloce e questo l’ho trovato in Google Keep.

È anche giusto dire che Evernote, il leader delle note in clouding è ormai usato da anni ed è molto diffuso ed è il più conosciuto, ma visiva come sono, preferisco di gran lunga usare Google Keep per migliorare il mio business.

La versione dekstop è quella che uso di più perché sono al pc circa 8 ore al giorno ed è raggiungile a questo link: www.google.it/keep. Vai su Prova Google Keep e poi Versione Web. Qui compare un’interfaccia davvero minimal, utile nella stesura rapida di appunti e liste.

 

google_keep_nota

 

Nella parte centrale della schermata è presente il campo (vedi immagine sopra) nel quale puoi inserire

  • una nota
  • una lista
  • un’immagine all’interno della nota

come praticamente avviene coi classici Post-it.

 

google_keep_aggiungi_nota

 

Ad ogni nota o lista puoi

  • assegnare un promemoria, magari da ricordare domani
  • condividerla con un altro contatto Google
  • assegnarle un colore particolare
  • aggiungere un’etichetta o categoria (io ho creato queste: post FB, calendario editoriale, idee regalo, newsletter …)
  • archiviarla, senza cancellarla definitivamente

 

Puoi anche decidere, con il tastino in alto a destra della videata, il tipo di visualizzazione dei post-it, ad elenco o wall. Manco a dirlo ho scelto la seconda versione. Ti ho convinto ed incuriosito ad usare Google Keep per organizzare meglio il tuo business? Dai, raccontami qui sotto la tua esperienza. Io sono iper entusiasta.

Vuoi capire come far funzionare sul serio il sito?

Scarica la ricetta perfetta

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito:

✔ Il mini corso gratuito La ricetta perfetta per il sito, un’email al giorno per 6 giorni, molto pratica per capire cosa sta dietro un sito, per realizzarlo bene e farlo funzionare sul serio.

✔ In più, una volta al mese, hai accesso ai miei consigli pratici per gestirlo bene, storie nuove, anticipazioni e cose belle!

Tags:
No Comments

Lascia un tuo commento