Alberatura dei contenuti sito web

Quante sales page devo inserire sul mio sito?

Quante sales page devo inserire sul mio sito? è una domanda che mi è stata fatta all’inizio della creazione di un sito.

La mia risposta? Non c’è una regola, tutto dipende da te, da chi sei, dai tuoi obiettivi, a chi vuoi arrivare, in che modo e cosa vendere. In poche parole, serve definire l’alberatura dei contenuti del sito web, cioè un’analisi approfondita di 3 aspetti principali:

  1. strategia ed obiettivi
  2. organizzazione dei contenuti
  3. definizione parole chiave

Cos’è l’alberatura dei contenuti del sito

Creare l’alberatura dei contenuti del sito web significa organizzare e suddividere i contenuti del sito (pagine, articoli, ecc) in macro e micro contenuti perchè possano essere trovati facilmente dall’utente, durante la navigazione e guadagnare un buon posizionamento su motori di ricerca, grazie a specifiche parole chiave.

Serve creare uno schema grafico, ad esempio ad albero: si parte sempre dalla Home dove da qui, i contenuti vengono organizzati in sotto contenuti e, man mano, si ordinano in pagine secondarie con link interni e CTA (call to action), azioni singole e specifiche da far compiere all’utente.

Definisci i tuoi obiettivi

Nelle scorse settimane ho iniziato un restyling completo di un sito e la cliente, in quel frangente, mi ha chiesto quante sales page doveva inserire, tra quelle vecchie e quelle nuove. Voleva capire come suddividere i contenuti principali dei suoi servizi.

Ti riporto qui, pari pari, la mia risposta perchè secondo me, contestualizzata su un caso reale, trasmette ancora meglio quello che vorrei raccontarti oggi.

— Mia risposta alla cliente:

Per il nuovo sito deve capire cosa vuoi vendere, se ancora Percorsi e Corsi e di ognuna di queste sezioni, quale singolo percorso e corso. Dipende molto anche dal nuova te che vuoi comunicare e che emergerà nella nuova identità grafica.

Puoi mantenere tutte le 3+5 sales page e in caso aggiornarle, ma devono corrispondere alla nuova te. Non c’è un numero esatto con il quale partire, ma puoi tenere presente che più servizi hai e maggiore dovrà essere, da parte tua, l’impegno, la forza e l’energia per comunicare online (blog, social ecc) singolarmente ogni sales page (per chi è, cosa risolve, che bisogno soddisfa, ecc).

Inoltre, c’è da tenere conto che maggiori servizi offri e maggiore dovrà essere anche lo sforzo da parte del cliente per capire quale di questi servizi può fare al caso suo.

Detto questo, ti chiedo:

  • Sul nuovo sito cosa vuoi trasmettere?
  • Che bisogni vuoi soddisfare alla tua cliente, che aiuto vuoi darle?
  • In che ambiti e in che aspetti della sua vita?
  • Con che modalità (servizi singoli, percorsi o corsi)?

Secondo me, la risposta a queste domande ti può aiutare a capire che direzione prendere e quali servizi pubblicizzare. Cosa ne pensi?

Quali contenuti inserire sul sito

Grazie all’aiuto del diagramma ad albero, ora è necessario decidere quante e quali saranno le pagine del sito, quale sarà l’obiettivo principale di ognuna di loro, come saranno collegate tra loro e con quale gerarchia.

È fondamentale definire se sono pagine generali, pagine servizio, pagine prodotto o articoli. Occorre fare attenzione in particolar modo a categorie e tag del blog perché spesso finiscono per diventare contenuti duplicati. Qui puoi fare un esercizio simpatico per capire categorie e tag per il tuo blog.

Ecco un esempio di alberatura dei contenuti di un sito.

Alberatura dei contenuti sito web

Definizione delle parole chiave

Il ruolo della SEO e della ricerca delle parole chiave (keyword) è fondamentale in una strategia di contenuti per il sito.

È pressoché inutile creare belle pagine con contenuti pazzeschi, ma senza SEO. Nessuno mai le vedrà, tanto meno Google. Quindi è necessario capire quali sono i termini che il tuo pubblico cerca sui motori di ricerca per risolvere un problema o soddisfare un bisogno.

Una buona analisi keyword deve tenere conto delle

  • delle parole chiave generiche
  • di quelle correlate e
  • del loro volume di ricerca medio mensile su Google

Inoltre, si deve cercare di intercettare il cliente in una delle fasi del suo viaggio online e per farlo bisogna usare diversi tipi di keyword per chi:

  • non ti conosce ancora (keyword informazionali)
  • ti conosce già, ma non conosce i tuoi servizi (keyword transazionali)
  • conosce i tuoi servizi e vuole essere rassicurato, convinto (keyword navigazionali)

Hai fatto anche tu, l’alberatura dei contenuti del sito?

Hai definito l’alberatura dei contenuti del tuo sito prima di creare le pagine? Quante sales page hai inserito nel menu di navigazione?

Se ti va, raccontami nei commenti com’è stato il tuo percorso o se devi ancora partire. Ti rispondo volentieri.

Vuoi capire come far funzionare sul serio il sito?

Scarica la ricetta perfetta

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito:

✔ Il mini corso gratuito La ricetta perfetta per il sito, un’email al giorno per 6 giorni, molto pratica per capire cosa sta dietro un sito, per realizzarlo bene e farlo funzionare sul serio.

✔ L’accesso illimitato alla tua area riservata Assaggi di WordPress con corsi, guide ed esercizi gratuiti per fare del tuo sito uno strumento di lavoro che vende.

✔ In più, una volta al mese, hai accesso ai miei consigli pratici per gestirlo bene, storie nuove, anticipazioni e cose belle!

Non ci sono commenti

Lascia un tuo commento