fbpx
SEO immagini: come ottimizzare le immagini per farle trovare su Google

Come fare SEO sulle immagini del sito

Le immagini sul sito sono molto importanti. Oltre a scegliere quelle giuste per le pagine del sito, è importante anche farle trovare online, sui motori di ricerca.

Google è il motore di ricerca più utilizzato e nonostante siamo molto evoluto, non sempre riesce ad associare le immagini al contesto in cui si trovano. Per questo motivo è utile fare SEO per le immagini, cioè ottimizzarle affinché siano trovate facilmente da chi le sta cercando online, sia su Google Immagini che su Google Web.

 

Ecco cosa fare prima di pubblicare le immagini sul sito.

 

Scegli l’immagine giusta

L’immagine giusta è quella che rappresenta meglio il tuo brand. Usa i tuoi colori, lo stile che ti rappresenta e se puoi, scegli immagini belle, ad alta risoluzione e che indirettamente c’entrano poco con quello che vuoi comunicare in quella pagina. Non scegliere immagini che tutti si aspetterebbero di vedere per quel argomento. Stupiscili con immagini particolari, che risveglino la loro curiosità. Puoi sceglierle tra vari siti di foto stock free ad alta risoluzione.

 

Le dimensioni contano

Dai siti di foto stock puoi scaricare immagini ad alta risoluzione. Non esagerare però; è sufficiente usare immagini con una dimensione massima di 2000px. Se usi Photoshop puoi salvare le immagini per il web per ridurre il loro peso e non sovraccaricare il sito. Se le tue immagini, invece sono più molto più grandi, le puoi ridimensionare sempre con Photoshop oppure con Pixlr, un tool online free. Vai nel menu Immagine, Dimensione immagine e nel campo Larghezza inserisci il valore 2000px.

 

Il nome delle immagini

Prima di salvare un’immagine devi aver ben chiaro in quale pagina del sito la userai e per quale scopo. In più, il nome del file dell’immagine deve avere alcune caratteristiche precise:

  • descrivere il tuo business
  • descrivere cosa c’è nella foto
  • essere diretto (non superare però le 5/6 parole)
  • che comprenda la parola chiave, senza esagerare con le ripetizioni
  • lo spazio vuoto tra una parola e l’altra deve essere sostituito dal “-” (torta-limone-mamma-rita.jpg)

Facciamo un esempio.

SEO immagini - esempio di come ottimizzare le immagini

Questa immagine può essere usata in diversi contesti e in diversi siti. Prendiamo come esempio un sito di un agriturismo ipotetico che sia chiama Magnolie di Verona ed il negozio di fiori di Susanna a Firenze. Ecco un esempio nei due casi:

  • tavolo-fiori-colazione-agriturismo-magnolie-verona.jpg
  • composizione-fiori-vaso-fiorista-susanna-firenze.jpg

 

Attributi Alt e Title

Sono attributi HTML che fornisco una descrizione di testo, nel caso in cui le immagini non si carichino. Servono anche a visualizzare la descrizione dell’immagine, se ci passi sopra con il mouse, la didascalia dell’immagine inserita nella pagina (qui dipende molto dal tema che usi) o nel lightbox, quando fai zoom sull’immagine.

L’attributo più importante è l’Alt, ma ti consiglio di inserirli entrambi, usando sempre la stessa descrizione per tutti e due.

La descrizione deve richiamare il nome del file di prima e deve essere scritta in maniera comprensibile, discorsiva, proprio come un titolo breve, conciso che spiega bene cosa c’è nell’immagine e cosa comunica.

Ecco un esempio per la nostra immagine di prima, in versione agriturismo e in versione negozio di fiori.

  • Il tavolo della colazione con i nostri fiori – Agriturismo Magnolie Verona
  • Composizione di fiori in vaso – Fiorista Susanna a Firenze

 

In WordPress puoi scrivere l’Alt ed il Title appena inserisci un’immagine, in questi due campi:

SEO immagini: come inserire Title e Alt

Questi sono 4 passaggi, che una volta fatti ripetutamente, riusciranno a darti dei buoni risultati nel posizionamento SEO per le immagini nella tua pagina o nel tuo articolo.

Fammi sapere come va e se hai bisogno di un input in più scrivimi qui sotto nei commenti. Sarò felice di leggerti e risponderti.

Lascia un tuo commento