Mettere il sito WordPress in manutenzione

Devi mettere il sito in manutenzione? Fai così

A volte si ha la necessità di fare qualche modifica importante al sito di WordPress, sia strutturale che nei contenuti. In questi casi ti consiglio di mettere offline il sito per qualche giorno per lavorare in santa pace e non fare vedere in anteprima le modifiche ai clienti.

Per mettere in manutenzione un sito web puoi usare diversi plugin. Oggi ti faccio vedere come usare il plugin WP Maintenance Mode che puoi scaricare qui, installare ed attivare sul tuo sito. Mi raccomando: prima di tutto fai il backup.

 

Scheda Generale

Una volta installato il plugin, puoi attivare la modalità di manutenzione alla voce Impostazioni / WP Maintenance Mode nella scheda Generale.

Qui trovi diverse opzioni, ma quella più significativa è la voce Escludi. In questo box puoi inserire il link di una eventuale pagina o articolo che vuoi rendere pubblico, anche se il sito è in manutenzione.

Fai attenzione! Se stai facendo modifiche alla struttura del sito come ad esempio un nuovo logo, nuovo menu, un header o un footer diversi da quelli attuali, assicurati di averle concluse prima di rendere pubblica la pagina. In caso contrario potrebbe risultare incompleta e ancora in fase di costruzione.

Mettere il sito WordPress in manutenzione

Scheda Design

Nella sezione Design di WP Maintenance Mode puoi personalizzare l’aspetto della pagina provvisoria che gli utenti vedranno in quei giorni.

Non hai grandi possibilità di manovra, ma trovi tutto quello di cui hai bisogno per modificare

  • Il titolo della pagina, quello che compare nella finestra del browser
  • L’intestazione della pagina
  • Il testo principale dove specificare perchè sei online e dove contattarti
  • Il colore dell’intestazione, del testo e dello sfondo
  • Inserire un’immagine di fondo, al posto di un colore unico
Mettere il sito WordPress in manutenzione

Scheda Moduli

Nella sezione Moduli trovi molte altri informazioni aggiuntive:

  • Conto alla rovescia, i giorni che manco alla rimessa online del sito
  • Iscriviti, una form che permette all’utente di inserire la sua email e ricevere l’avviso di quando il sito tornerà online
  • Social Networks, i pulsanti dei tuoi principali canali social
  • Contatti, una form per inviare richieste all’amministratore del sito
  • Google Analtycs, per continuare a tracciare il traffico sul sito offline, inserendo il codice di tracciamento

 

Non è necessario settare tutti questi campi delle tre sezioni, l’importante è personalizzare al meglio la sezione Design per comunicare bene che il sito è in manutenzione per breve periodo di tempo.

 

Solo tu, che sei amministratrice, continuerai a vedere il sito vero e proprio, per aver la possibilità di testare tutte le modifiche che farai. I visitatori, non avendo i tuoi accessi, vedranno la pagina di manutenzione che hai creato per loro.

Pronta per il restyling del sito? Attiva il plugin WP Maintenance Mode e vai!

Vuoi capire come far funzionare sul serio il sito?

Scarica la ricetta perfetta

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito:

Separatore testo Maddalena Pisani siti in WordPress

✔️ Il corso: La ricetta perfetta per il tuo sito

Un’email al giorno per 6 giorni, molto pratica per capire cosa sta dietro un sito, per realizzarlo bene e farlo funzionare sul serio.

✔️ In più, una volta al mese, hai acceso ai miei consigli pratici per gestirlo bene, storie nuove, anticipazioni e cose belle!

Ciao! Sono Maddalena, web designer di siti belli e buoni. Li creo in WordPress per freelance e professioniste che vogliono essere online con buon gusto.

Comments (2)

  1. Reply lafelixblog

    Ciao! Questo articolo è molto utile, proprio un paio di mesi fa ho deciso dopo tanti anni di comprare il mio dominio e spostare il mio blog su WordPress. Durante la creazione del sito ho fatto proprio quello che hai consigliato tu, usando questo plug-in, e mi son trovata molto bene 🙂

    1. Reply Maddalena

      Yeeh! Ottimo lavoro. WP Maintenance Mode è un valido aiutante per mettere il sito in manutenzione. 😉

Rispondi